Il tartaro dentale “memorizza” il Covid 19: UniTs descrive per la prima volta un nuovo sistema di rilevazione del virus

0
14

Tracce di materiale genetico di Sars-Cov-2 sono state riscontrate nel tartaro dentale di ex pazienti COVID conclamati e in quello di persone con test negativo e sintomi “sospetti” (che siano stati o meno a contatto con casi accertati).

Il tartaro come “cartina di tornasole” della diffusione della pandemia è quindi l’ipotesi alla base dello studio pilota pubblicato su Clinical Oral Investigation (Springer) dall’Università di Trieste.

L’articolo completo su www.units.it