Nuovi anticorpi umani anti-spike per inibire le infezioni: potrebbero funzionare con SARS-CoV2 e con altri coronavirus

0
13

Riconoscono la proteina SPIKE e sono capaci di interferire nella sua interazione con il recettore ACE2 sulle cellule delle vie respiratorie: anticorpi umani in grado di inibire l’infezione da SARS-CoV2 sono stati generati nei laboratori del CEINGE-Biotecnologie avanzate di Napoli ad opera dei ricercatori della Task Force Covid-19.

Un traguardo importante nella diagnostica e nella terapia del COVID 19, raggiunto, in particolare, dal team guidato da Claudia De Lorenzo, ordinario di Biochimica presso il Dipartimento di Medicina Molecolare e Biotecnologie Mediche dell’Università Federico II e Principal Investigator del CEINGE.

L’articolo completo su www.tecnomedicina.it