Zaia: «Dati danno piccolo allarme. Comportamenti errati aiutano virus»

0
111

Cinque ricoverati in più, trentacinque persone in isolamento in più, otto positivi in più». Su questi dati, oggi 30 giugno, si è concentrato il presidente del Veneto Luca Zaia dopo aver letto l’ultimo bollettino sull’emergenza coronavirus in regione. Sono dati in crescita rispetto al bollettino di ieri ed hanno acceso una piccola spia di allerta nella mente del governatore, il quale si è appellato anche oggi ai veneti, chiedendo loro di rispettare le regole. «Questi indicatori non sono buoni – ha commentato Zaia –

L’Articolo completo su www.veronasera.it